sabato 11 giugno 2011

Gaspy: l'autoritratto














Volevo farmi una foto.
Poi mi hanno detto che le macchine fotografiche rubano l'anima.

lunedì 9 maggio 2011

G for Gioconda

yeppa!

venerdì 6 maggio 2011

Bellezze vintage

Il burlesque torna di moda e i Fettuccini non possono che omaggiarlo.

domenica 27 marzo 2011

Il ritorno dell' Agente Pavone

Consigliato ad un pubblico maturo.


venerdì 11 febbraio 2011

giovedì 14 ottobre 2010

Amarcord




Grazie a fonti che vorrebbero mantenere l'anonimato, siamo venuti in possesso di alcune importanti immagini le quali proverebbero l'inquietante possibilità che moltissimi eventi cardine della nostra era siano stati manipolati, causati da potenze più grandi di noi, per mano di un solo individuo.
Ve ne mostriamo solo tre. Sappiamo che ne vorreste di più, ma abbiate pazienza, abbiamo famiglia.

sabato 14 agosto 2010

Lattai, dinosauri e motoseghe

Nato in una notte di mezza estate, mentre il cervello ci colava dal naso, questo disegno prova a spiegare la nostra visione della scomparsa dei dinosauri.

Disegno a matita ritracciato a computer.

venerdì 18 giugno 2010

domenica 30 maggio 2010

mercoledì 12 maggio 2010

Conversazioni Storiche Act.1

"Allora, ottuso nativo, in cosa credi? Fammi ridere..."

"Bah, vedi, oh grande e altruista conquistatore civilizzato, noi crediamo in tante cose... ad esempio noi crediamo nel Sole (è lassù, lo vedi?) , che ci riscalda e permette al mio raccolto di crescere abbondante, o al dio Fiume (eccolo lì, scorre forte, senti il rumore?), che dona la sua acqua per dissetare la mia gente e che mi permette di irrigare i campi... tu invece in che cosa credi?"

"Io... io credo in un'entità invisibile che posso sentire soltanto io, che fa miracoli quando nessuno può documentarlo (è in gamba) e che mi sta dicendo che desidera ardentemente che venga costruito un cementificio al posto di quelle capanne."

"Ma... ma la mia famiglia vive in quella valle da generazioni!"

"Dovevi pensarci prima... coglione... 5 dollari e non se ne parla più?"

"Ma... è la nostra terra!"

"Ah sì? Avete un contratto che possa attestarlo?"

"...cos'è un contratto?"